A proposito di cambiamento…

L’evoluzione dell’attività libero professionale.

Sono lontani i tempi in cui il medico si occupava principalmente di curare i malati e l’avvocato si dedicava quasi esclusivamente allo studio dei casi.

La trasformazione sociale, la crisi economica e il contesto normativo in continua evoluzione, hanno radicalmente modificato il modo di concepire e di svolgere l’attività libero professionale.

E’ cambiato il rapporto con i clienti, sempre più informati ed esigenti.

Per garantirsi nuovi clienti, una laurea appesa alla parete di uno studio in centro città non basta più. Prestigio e fiducia vanno conquistati  attraverso una relazione che si costruisce nel tempo e che spesso nasce in Internet.

Alle varie incombenze amministrative, che quotidianamente sacrificano il tempo dedicato alla professione, se ne aggiungono ogni giorno di nuove, che molte volte richiedono il possesso di competenze trasversali.

Lavorare oggi significa non solo essere un ottimo professionista, ma anche saper promuovere la propria attività, saper gestire le relazioni, possedere capacità progettuali. E questo richiede tempo, ogni giorno.

 

Ma è cambiato anche il modo di fare formazione.

Anche nel campo della formazione le cose non vanno diversamente.

Numerose sono le attività che rallentano il lavoro o che, addirittura, non consentono ai responsabili della formazione di dedicarsi alla didattica come vorrebbero.

E il tempo riservato alla gestione della didattica si riduce progressivamente con l’aumentare degli altri impegni.

Anche in questo campo gli aspetti amministrativi occupano ormai la maggior parte della giornata lavorativa.

Scuole e Istituti di formazione sono frequentemente certificati ISO 9001, i rapporti con gli Enti Pubblici accreditanti si complicano ogni giorno di più, sono cambiati i rapporti con i discenti e la concorrenza è spesso altissima.

Senza contare che anche nell’ambito della formazione la presenza online è fondamentale. Prima di scriverti una mail, il tuo potenziale discente avrà certamente visualizzato tutte le pagine del tuo sito, avrà ben chiara la tua offerta formativa, si sarà fatto un’idea ben precisa di cosa gli puoi offrire.

E se il tuo sito non è costantemente aggiornato con contenuti interessanti e di valore, difficilmente il lettore si deciderà a contattarti per chiederti ulteriori informazioni.

 

Cosa può fare per te un’assistente virtuale?

Molto.

Un’assistente virtuale può occuparsi di tutte quelle attività che sottraggono tempo al tuo business e per le quali non sia richiesto il tuo intervento personale.

Che tu sia un libero professionista o un manager della formazione, ab Virtual Assistant si propone di supportarti in tutte quelle attività che puoi delegare ad una professionista esterna.

Per saperne di più sui servizi offerti da ab Virtual Assistant clicca qui.