Vantaggi

perchè scegliere un’assistente virtuale

Perchè scegliere un’assistente virtuale? Quali sono i vantaggi dell’assistenza virtuale?
La professione dell’assitente virtuale è abbastanza nuova nel panorama italiano e, per questo, poco conosciuta.
Ciò non toglie che avvalersi della collaborazione di un’assistente virtuale possa presentare diversi vantaggi.
Vediamoli insieme.

 

qualità del lavoro

Un’assistente virtuale è una professionista e, come tale, è consapevole di quanto la soddisfazione del cliente sia la prima e più importante forma di pubblicità. Per questo motivo è, anzitutto, orientata al raggiungimento dei risultati attesi dal cliente.

Ma è altrettanto fondamentale che l'assistente virtuale sia in grado di gestire il proprio lavoro in modo progettuale, organizzando autonomamente tempi e risorse, definendo priorità e pianificando azioni. Infatti, il professionista (o l’imprenditore) che sceglie di delegare parte del proprio lavoro ad un’assistente virtuale, non confida solo in un risultato di qualità, ma decide di delegare anche perché ha bisogno di organizzare diversamente il proprio tempo. Vuole essere affiancato da una persona affidabile che lavori in autonomia, senza doversi occupare di controllare ogni minuto se i compiti delegati vengono svolti. L'imprenditore che decide di delegare lo fa perché ha deciso di investire in modo più proficuo il proprio tempo e le proprie energie.

La soddisfazione del cliente quindi non è data solo dal risultato finale, ma anche dal modo in cui l'obiettivo è stato raggiunto e in questi termini è misurabile. Magari, la tua soddisfazione nel vedere il tuo nuovo sito online è impagabile, nel senso che non è monetizzabile, ma il tempo, le energie e il denaro che hai risparmiato sicuramente lo sono.

 

risparmio economico e di tempo

Il costo del lavoro subordinato è diventato ormai insostenibile per molti imprenditori.

Il vantaggio di delegare alcune attività ad un’assistente virtuale è palese: l’imprenditore sostiene solo il costo del lavoro effettivamente svolto senza farsi carico di tutti gli altri oneri.

Anche se ad un primo impatto la tariffa di un’assistente virtuale può apparire elevata, un esame più approfondito rivelerà invece un sensibile risparmio. Detta analisi terrà conto del risparmio relativo ai contributi previdenziali, TFR, ferie, malattia, permessi, congedi, periodi di inattività, ecc., ma anche del risparmio relativo ai costi strutturali. Ad esempio, non sarà più necessario allestire una postazione di lavoro, predisporre le necessarie attrezzature, sostenere dei costi aggiuntivi per le utenze.

Ma quanto costa un'assistente virtuale?

Dipende. Dipende dal tipo di servizio, dipende da dove lavora l'assistente virtuale. Esistono nazioni in cui le tariffe sono bassissime, esistono nazioni in cui i compensi sono più alti.

Ma prima di chiederti quanto costa un'assistente virtuale, vale la pena di rispondere ad un'altra domanda.

Quanto vale il tuo tempo? Quanto tempo dedichi, ad esempio, ogni giorno a leggere le mail? Quanto tempo sottrai al tuo business con attività che potresti delegare?

Se vuoi approfondire questo argomento, ti invito a leggere l'articolo a questo link.

 

IMPATTO AMBIENTALE

Senza la pretesa di risolvere i problemi relativi al cambiamento climatico, c'è un ultimo, ma non ultimo, vantaggio derivante dalla contrattazione di un'assistente virtuale.

Chi lavora da remoto, generalmente, lo fa dal proprio domicilio. Non dovendosi recare in ufficio, in molti casi, non utilizza l’automobile, contribuendo a ridurre il tasso di inquinamento atmosferico.

Inoltre, un po' per predisposizione mentale, un po' per le risorse tecnologiche a disposizione, l'assistente virtuale tende a ridurre il numero delle stampe cartacee, con evidente riduzione dello spreco di carta, inchiostro e toner.

Sensibili o meno all'argomento e per quanto piccolo possa essere questo contributo, sarà comunque un primo passo verso un cambiamento di mentalità che inevitabilmente ci attende.